fbpx

5 Requisiti di sicurezza in spazi confinati industriali

Spazi confinati aziendali e i principali requisiti di sicurezza da prendere in considerazione

27 Novembre 2020

Nel mondo del lavoro, indipendentemente dal settore aziendale, sono molti gli ambienti e le attività che possono causare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Soprattutto quando gli ambienti sono piccoli come ad esempio in spazi confinati industriali o aziendali.

E’ responsabilità dei titolari delle imprese, o dei lavorati autonomi, prendere coscienza delle misure di sicurezza e di comportamento opportune, formare i propri lavoratori e proporre costante aggiornamento sulle norme esistenti.
I requisiti di sicurezza in spazi confinati aziendali impongono standard elevati, è quindi indispensabile la pianificazione dei rischi di sicurezza connessi e la stesura di piani di soccorso opportuni.

Che cosa sono gli spazi confinati (aziendali o industriali)?

Le Linee Guida INAIL fanno riferimento ad uno “spazio di lavoro circoscritto, caratterizzato da limitate aperture di accesso e da una ventilazione naturale sfavorevole, in cui può verificarsi un evento incidentale importante, che può portare ad un infortunio grave o mortale, in presenza di agenti chimici pericolosi o in carenza di ossigeno”.

Quando parliamo di parliamo di spazi confinati industriali parliamo di aimbiendi con le seguenti caratteristiche:

  • difficoltà di accesso o uscita

Non è possibile uscire, se non dovendosi piegare, girare, contorcersi o trovando di fronte a sé ostacoli.

  • accrescimento rapido dei rischi

Solo in determinate condizioni questi ambienti potrebbero non apparire come confinati, ma potrebbero verificarsi dei cambiamenti in essi, tali da compromettere la vita degli operatori.

  • insufficiente o difficoltà di aerazione naturale
  • presenza di agenti chimici dannosi
  • possibilità di incendio e/o esplosione

Alcuni esempi di spazi confinati o ambienti confinati industriali? Cisterne e container, silos, stive delle navi, fosse biologiche, camere di combustione etc. 

 

 

Essendo aree isolate, gli spazi confinati industriali non sono progettati per una prolungata presenza di persone e lavoratori, né sono destinati ad esserlo.

I dati a nostra disposizione, riguardo gli incidenti mortali accaduti a lavoratori impegnati in lavori in spazi confinati aziendali o industriali pubblicati dall’INAIL, sono sconfortanti.     Purtroppo sono spesso incidenti plurimi, perché coinvolgono non solo gli addetti ai lavori nei suddetti spazi, ma anche i loro soccorritori.

Questo articolo vuole portare all’attenzione di voi che state leggendo

i requisiti di sicurezza per spazi confinati aziendali o
industriali da NON dimenticare.

Di seguito ne sono elencati 5 fondamentali:

 

Requisiti di sicurezza in spazi confinati industriali: COME ENTRARE E COME USCIRE

È necessario verificare l’idoneità delle vie di accesso e uscita in uno spazio confinato industriale in relazione all’operatore e al suo equipaggiamento, ma prima di tutto alla dimensione e forma del passo d’uomo.

L’accesso agli spazi confinati industriali aziendali dev’essere ampio a sufficienza da garantire ai lavoratori di entrare e uscire facilmente dall’area interessata, di aver ampio spazio di manovra e di farlo rapidamente, nel caso di un’emergenza.

Cosa valutare dell’ingresso in relazione al passo d’uomo?

  •  orientamento di ingresso in verticale o orizzontale
  • dimensioni spazio di manovra di persone e attrezzature nell’immediato ingresso
  • distanza dal punto di lavoro all’interno
  • presenza di ostacoli sul percorso, sia per persone che attrezzature
  • altezza rispetto al piano stabile esterno e valutazione degli eventuali rischi
  • altezza dell’apertura rispetto al piano stabile interno e necessità di un sistema di accesso di supporto (scala o cavi)

Requisiti di sicurezza in spazi confinati industriali: CALCOLARE GLI SPAZI

Ancora prima dell’accesso e della rilevazione del punto di ingresso dei nostri spazi confinati aziendali, è necessario fare un’accurata valutazione della conformazione dello spazio in questione e di come accedervi. Oltre, ovviamente, nei pressi dello spazio confinato industriale in questione, alla scelta degli opportuni DPI (dispositivi di protezione individuale).

Quali elementi valutare con priorità?

  • dimensioni geometriche e volume d’aria
  • altezza in relazione al piano di calpestio e alla necessità di strutture di supporto quali scale o ponteggi
  • valutazione del piano interno, se pedonabile o in sospensione
  • presenza di ostacoli o altri pericoli (caduta, inciampo, frane di materiali, elementi taglienti)
  • presenza di compartimentazioni interne
  • tubature da bloccare prima dell’ingresso

Requisiti di sicurezza in spazi confinati industraili: FONTI DI LUCE

La qualità dell’illuminazione così come sicurezza e comodità del lavoratore sono determinanti in quanto a visibilità in spazi confinati industriali.

Quando viene a mancare una buona illuminazione naturale, per evitare il rischio di incidenti, è doveroso munirsi, o munire lo spazio confinato aziendale, di installazioni artificiali come l’illuminazione elettrica standard, o in alternativa, dispositivi di illuminazione certificati per ambienti esplosivi (ATEX).

Quando non è possibile garantire sufficiente illuminazione nello spazio confinato aziendale, diventerà fondamentale fornire all’operatore un DPI portatile. In quanto a comodità e portabilità, vi sono sistemi portatili o da fissare all’elmetto dell’operatore, per garantire agilità nel movimento, avendo le mani libere.

Un’alternativa potrebbe anche essere quella di celle di illuminazione mobili di grandi dimensioni, in relazione allo spazio da illuminare.

Requisiti di sicurezza in spazi confinati industraili: Comunicazioni

Dev’essere predisposto un sistema di comunicazione che permetta agli operatori al lavoro all’interno di spazi confinati aziendali di tenersi in contatto fra di loro, ma anche con operatori all’esterno, o di lanciare un allarme in caso di pericolo. In questo modo un intervento di soccorso sanitario può risultare tempestivo.

Quali dispositivi sfruttare? Quali caratteristiche è preferibile che posseggano?

  • senza cavi che intralcino il lavoro
  • senza l’utilizzo obbligato delle mani
  • full duplex, ovvero a trasmissione bidirezionale simultanea
  • autoalimentati
  • integrati con ortoprotettori e/o elmetto

Esempio: sistemi ad interfono su linea fissa. Sono ideali per la sicurezza degli operatori che operano in spazi confinati industriali, perché full duplex (non wireless), con cavi che formano un interfono in grado di collegare fino a dieci lavoratori, garantendo la comunicazione non in linea visiva.

Requisiti di sicurezza in spazi confinati industraili: MISURARE L’ATMOSFERA

Prima di entrare in ambienti confinati industriali, bisogna sempre presumere che al loro interno possa esserci un’atmosfera pericolosa. Da qui la necessità di adottare sempre appropriate misure di sicurezza.

In particolare, la rilevazione di gas e sostanze chimiche, all’esterno (in prossimità dell’ingresso) quanto all’interno degli spazi confinati industriali.

È utile ad esempio effettuare un test dall’esterno, tramite sonda, su stratificazioni diverse, per intercettare gas con pesi specifici diversi.

La misurazione della situazione atmosferica all’interno dello spazio confinato aziendale dev’essere continuativa e se possibile, anche una lettura da remoto.

Fondamentale anche favorire l’areazione, aumentando il numero di aperture presenti nell’ambiente di lavoro o utilizzando un sistema di ventilazione forzata, durante il lavoro, per assicurare un adeguato apporto di aria pulita.

Adesso sei a conoscenza dei requisiti necessari a mettere in sicurezza i tuoi spazi confinati aziendali:

Sai che non è uno scherzo e che non puoi fare del “fai da te”. Avrai capito che dovrai adempiere a tre importanti fondamenti:

formazione, aggiornamento e professionalità.

 

Tre costanti in materia di spazi confinati aziendali. Non si può pensare di non pianificare opportunamente la formazione dei propri operatori e ciò va fatto in maniera continuativa e professionale.

Senza sottovalutare i pericoli e non avendo come primo pensiero esclusivamente quello del risparmio.

Attrezzature comprese, che necessitano di continui interventi di manutenzione, al fine di garantire la sicurezza del personale addetto.

Tutto ciò al fine di ridurre le probabilità di rischi e incidenti legati ad attività in  spazi confinati industriali.

 

 

Se desideri mettere in sicurezza  i tuoi spazi confinati in azienda e vuoi ottemperare a tutti i requisiti in ambito di spazi confinati industriali  utilizza il modulo sottostante per contattarci e ottenere una consulenza o un preventivo per mettere al sicuro la tua azienda.

Consulenza gratuita

    Accetto la privacy policy